Sepia: il Rimedio Omeopatico per la Menopausa dai Mille Utilizzi

Cure omeopatiche

Per migliorare situazioni psico-fisiche derivate da problematiche fisiologiche, come quelle legate alla menopausa, sono molto utili i rimedi omeopatici, come Sepia. Essi sibasano su di una una medicina non convenzionale, ma comunque molto efficace. Scopriamone insieme le proprietà e i benefici.

Caratteristiche

Sepia è un trattamento omeopatico utile soprattutto alle donne in particolari momenti della loro vita, come la gravidanza, i dolori mestruali e tutti i disturbi legati alla menopausa. Questo rimedio dai mille usi viene preparato a partire dall’inchiostro di seppia. Il nero di seppia proviene direttamente dal mollusco famoso proprio per il suo inchiostro, e viene adoperato anche in cucina. Nell’antichità era invece legato più che altro ad un uso medico, dato che era Ippocrate stesso a far consumare le seppie nei casi di disturbi legati ai genitali femminili.

In particolare, in omeopatia vengono prescritte soprattutto delle compresse da prendere fino a tre volte al giorno. Esse includono, tra i vari componenti, anche il nero di seppia per l’appunto, ottenuto in questo caso mediante essiccazione, triturazione e successivo diluimento.

In particolare, possiede molte proprietà utili non solo alle donne, ma in generale a tutte le persone; infatti, in proporzioni diverse in base alla specie, contiene: dopamina, ossia un neurotrasmettitore; la dopa, utile per la sintesi del principio attivo prima citato; la tirosinasi, enzima utile per la sintesi della melanina; melanina, cioè un pigmento con funzione protettiva; mucine, ossia delle glicoproteine; amminoacidi, per la sintesi proteica; sali minerali, tra cui carbonato di calcio, di magnesio, solfato e cloruro di sodio.

Gli utilizzi in omeopatia

Proprio per il fatto che il nero di seppia contiene così tanti principi attivi, non c’è da stupirsi per i numerosi utilizzi in omeopatia. In generale, questo rimedio omeopatico agisce su sui genitali femminili, sull’apparato gastro-intestinale, sul sistema nervoso centrale, su muscoli e articolazioni, sulla pelle, sulla circolazione e sull’apparato respiratorio.

Nello specifico, per quanto riguarda l’apparato respiratorio, è molto utilizzato nel caso di catarro, raucedine, laringite e tosse secca, mentre a livello di apparato digerente è adoperato per combattere emorroidi e sintomi della gravidanza, come vomito e nausea.

Nel caso del sistema circolatorio, l’omeopatico Sepia è indicato per le vene varicose, tachicardia, senso di debolezza e di pesantezza verso le gambe, mentre combatte disturbi collegati ai dolori articolari e muscolari, compresi quelli che interessano del gonfiore e infiammazione ai nervi. È un trattamento ottimo anche per chi risente di disturbi legati al sistema nervoso centrale, come esaurimenti, nevralgie, vertigini, emicranie, problemi di memoria, irritazione ed isteria.

Per quanto riguarda gli organi e i tessuti dedicati alla purificazione dell’organismo dalle scorie, i trattamenti omeopatici a base di inchiostro di seppia agiscono contro l’insufficienza epatica, ittero, urina scura e dal cattivo odore, frequente minzione, incontinenza, forfora, herpes, eczemi, verruche, seborrea, eruzioni cutanee anche sanguinanti, psoriasi e dermatiti.

Come detto precedentemente, però, è l’apparato genitale quello che beneficia particolarmente di questo trattamento, e non solo per contrastare i sintomi legati alla menopausa, come vampate di calore, secchezza vaginale, sudorazione soprattutto notturna, ma anche per combattere, ad esempio, gonorrea, dismenorrea, disturbi mestruali (dolore e irregolarità), dolore nell’atto sessuale. Per quanto riguarda i genitali maschili, invece, il nero di seppia trova impiego contro la blenorragia, perdite di liquido prostatico e fimosi.

Cure omeopatiche

Il vantaggio ulteriore consiste nella totale assenza di effetti collaterali e controindicazioni, anche se, come per qualsiasi cosa, non è detto che ciò valga anche in caso di sovradosaggio, per non parlare del fatto che è un rimedio da evitare nei bambini piccoli, in via precauzionale.

Le persone “Sepia”

Tutti i rimedi omeopatici, quindi anche questo, tendono ad agire in maniera agevolata su particolari tipi di soggetti. Per quanto riguarda Sepia, in particolare, tali persone sono quelle che sperimentano, in un primo periodo, una fase di eccitazione con cattiveria, irritabilità ed insensibilità, per poi diventare molto nervosi, quasi isterici, dall’umore molto variabile, con frequenti pianti e attacchi di paura, oltre ad un atteggiamento depresso verso delle cure inefficaci, dato che si tratta di un qualcosa di sia mentale sia fisico.

Il tutto può essere anche accompagnato da apatia, stanchezza, malinconia e scoraggiamento, con difficoltà nel provare affetto e nel concentrarsi anche nelle cose più semplici. Questo tipo di soggetti vive sempre all’erta e prendendo ogni fattore positivo e di gioia come una fonte di inadeguatezza e sofferenza, persino, come se lo stress rendesse l’individuo poco resistente a ogni cosa.

In particolare, è l’utero che risente maggiormente dei problemi psico-fisici di questi soggetti, anche se in realtà questo rimedio omeopatico funziona benissimo anche negli uomini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *