Rimedi omeopatici per il mal di gola

Rimedi Omeopatici per il Mal di Gola

I sintomi influenzali, compreso il mal di gola, per un motivo o per un altro, possono comparire in ogni periodo dell’anno. Con il cambio di stagione è facile risentire degli sbalzi di temperatura. Sono tante le persone che soffrono di una gola delicata e cercano di trovare un sollievo da questa patologia fastidiosa e persistente. I rimedi omeopatici possono aiutare a fronteggiare questo problema, senza ricorrere a farmaci, in modo naturale.

Cause e Sintomi del Mal di Gola

Il mal di gola può insorgere dalle più varie cause: primi fra tutti da virus e batteri che ci si scambia semplicemente parlandosi, ma anche da allergie, inalazione di sostanze irritanti, l’uso forzato o scorretto della voce, così come da un’inadeguato livello di umidità nell’ambiente, o un eccessivo calore.

Si scatena così un’infiammazione di una o più mucose del cavo orale che si trasformano in laringite, faringite oppure tracheite. Compare la gola arrossata con le ghiandole ingrossate, dolore alla deglutizione, secchezza e una sensazione di bruciore generale o localizzato. A volte può provocare raucedine e sensazione di avere un corpo estraneo in gola, e un lieve aumento della temperatura corporea: con la febbre è il nostro corpo a compiere il primo atto di difesa contro l’infiammazione.

Come Alleviare il Mal di Gola con l’Omeopatia

Il primo rimedio è, come sempre, il riposo. Il nostro organismo deve incanalare le energie per combattere. Quindi è meglio non affaticare la voce e parlare poco, inoltre è fondamentale sforzarsi di bere molti liquidi per mantenere il livello di idratazione delle mucose secche. E poi ci possono venire in soccorso molti rimedi omeopatici del tutto naturali, che si differenziano a seconda dei sintomi.

L’Aconitum Napellus è un rimedio perfetto per le infiammazioni causate dal vento, dal freddo o dal caldo intenso. Come per tutte le patologie improvvise, è indicato per alleviare i sintomi da gola arrossata con sensazione di bruciore generale e secchezza delle mucose. Somministrato in tempi brevi darà benefici immediati. Questo trattamento è particolarmente indicata per i soggetti predisposti all’agitazione e all’ansia.

Belladonna è indicato soprattutto quando c’è una forte risposta del sistema nervoso, che aumenta la sensazione di calore nel corpo e scatena la febbre. Il dolore è di solito localizzato nella parte destra della gola e risulta efficace nei soggetti sensibili al freddo, che hanno un mal di testa pungente, gran voglia di bevande fredde, e dolore e difficoltà di deglutizione.

Il Lachesis muta è un rimedio tipicamente femminile, adatto a chi presenta cambi repentini di umore o disturbi comportamentali, a chi fa fatica a dormire e soffre di secchezza della pelle, così come della gola che diventa un punto estremamente sensibile al semplice tocco. Il dolore inizia nella parte sinistra per poi spostarsi spesso anche nella parte destra, inoltre si fa fatica a respirare bene e ad ingoiare anche solo la saliva. 

La Phytolacca decandra è indicato soprattutto per le forti infiammazioni che partono dalla gola e si estendono fino alle orecchie, con dolore principalmente nella parte destra. Solitamente la pelle diventa più pallida, si trattengono più liquidi quindi aumentano le borse sotto gli occhi e le guance sembrano più incavate. Utile nei soggetti più ipocondriaci, ansiosi e preoccupati verso il futuro.

Apis mellifica è il rimedio perfetto quando i sintomi sono violenti e improvvisi. Si avverte un malessere generale, non si sente più la necessità di bere, si urina poco, e il dolore e il bruciore migliorano solo sforzandosi di ingoiare cibi e bibite fresche. Solitamente il lato della gola che risulta più fastidioso è quello destro ed il soggetto risulta irrequieto, ansioso, con difficoltà a muoversi.

Rimedi omeopatici per il mal di gola
Rimedi omeopatici per il mal di gola

Rimedio Omeopatico: Sono Sicuri?

La medicina omeopatica ha una storia centenaria, ed utilizza da sempre sostanze naturali che hanno origine animale, vegetale o minerale. È stata studiata per anni ed è assolutamente sicura oltre che controllata, infatti ogni singolo prodotto è certificato. Non ha grandi controindicazioni e risulta ben tollerata da qualsiasi soggetto.

Il trattamento deve essere assunto a stomaco vuoto lontano dai pasti, soprattutto da caffè, alcool e cibi molto piccanti, e non ha solo azione curativa ma anche preventiva, soprattutto per quanto riguarda le malattie invernali. In caso di dubbio, e se si è alle prime armi con questa medicina naturale, per quanto riguarda posologia ed efficacia è sempre meglio affidarsi alla competenza dei medici professionisti che, con le loro prescrizioni e dopo un’attenta anamnesi psico-fisica, sapranno offrire la terapia più adeguata e aiutarci ad alleviare i sintomi dell’infiammazione con maggiore serenità.

L’omeopatia può venire in aiuto al nostro corpo contro tutte quelle patologie che riesce a contrastare naturalmente, senza affidarsi a prodotti chimici della medicina tradizionale che alla lunga possono creare ancora più danni. Ovviamente questo non significa che gli antibiotici e i farmaci non servano nelle patologie più gravi, anzi: sarà sempre compito del nostro medico di fiducia indicarci la giusta strada da percorrere alla ricerca del benessere sia fisico che psicologico.

ATTENZIONE: prima di assumere qualsiasi prodotto, anche omeopatico, chiedere un consulto al proprio medico e leggere attentamente il foglietto illustrativo, assicurandosi che non ci siano controindicazioni e che non interferisca con altre cure o farmaci che si stanno assumendo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.