Rimedi naturali per il raffreddore

Rimedi Naturali per il Raffreddore

Il raffreddore durante l’inverno colpisce tutti e in questi casi è importante ricorrere a delle soluzioni efficaci per curarlo. Cosa bisogna fare alla comparsa dei primi sintomi del raffreddore? Solitamente è sufficiente mettere in atto i classici rimedi naturali della nonna e riposarsi.

Tra i sintomi principali che fanno pensare a un raffreddore vi sono: naso chiuso, tosse, gola irritata e vie respiratorie chiuse. É provocato da virus diffusi da persona a persona attraverso colpi di tosse e starnuti. Il raffreddore dura generalmente una settimana. Applicando alcuni rimedi naturali per il raffreddore si può velocizzare la fase di guarigione. Vediamo i principali e più efficaci.

Gargarismi alla Salvia

Fare dei gargarismi alla salvia è una soluzione naturale ottimale per trattare il raffreddore. Si tratta di un metodo efficace a cui è possibile ricorrere per alleviare il fastidio alla gola. In particolar modo bisogna utilizzare: 1 tazza con all’interno 240 ml di aceto di mele, 8 cucchiai di salvia fresca o 4 cucchiai di salvia essicata, 1 tazza con 240 ml di acqua, 1 cucchiaio di sale e 1 barattolo con coperchio di circa 500 ml.

Per preparare questo rimedio è necessario far bollire l’acqua e realizzare un infuso con la salvia. A questo punto occorre scolare l’infuso ottenuto e dividere il liquido dalla salvia. Dopodiché bisogna lasciare raffreddare e girare l’infuso preparato di salvia all’aceto di mele. Infine, sarà sufficiente conservare la soluzione realizzata in frigorifero per almeno 7 giorni. Trascorsa la settima bisogna fare 2 o 3 gargarismi durante la giornata.

Zinco

Tra i vari rimedi naturali per contrastare il raffreddore spicca lo zinco, questo elemento viene impiegato in particolar modo a fini terapeutici. Nel dettaglio sembra applicare un risultato positivo e determinato contro il raffreddore. Ciononostante, questa soluzione naturale andrebbe consumata entro le prime ore dalla comparsa dei sintomi del raffreddore, attraverso confetti che bisogna sciogliere in bocca in maniera diretta e non solo. É possibile utilizzare lo zinco mediante specifici spray nasali.

Vitamina C

L’uso della vitamina C a dosaggi elevati non è una tecnica approvata dal campo della medicina ufficiale, che in base ai numerosi studi effettuati dagli esperti in questi anni è considerata invalidante per quanto riguarda la prevenzione del raffreddore, in particolar modo nei soggetti comuni. Mentre, risulta un valido rimedio naturale per tutti coloro che: praticano sport, che assumono delle quantità insufficienti di vitamina C attraverso la dieta, sono danneggiati da un cattivo assorbimento intestinale, sono affetti da compromissioni sotto il punto di vista metabolico.

Anche se la medicina ufficiale non ritiene che la vitamina C sia un valido rimedio naturale per contrastare il raffreddore, esistono determinati studi che invece esaltano la validità e l’efficacia che questa vitamina, che risulta indispensabile e ottimale per trattare questo problema. Dona numerosi benefici a patto che non sia consumata in quantità elevate, che superino nello specifico 1 grammo al giorno.

Rimedi naturali per il raffreddore
I migliori rimedi naturali per il raffreddore

Acqua Termale

L’acqua termale è da sempre considerata una delle soluzioni più efficaci per prevenire e contrastare il raffreddore, veniva adoperata fin dall’antichità per i suoi risultati curativi. Questa soluzione naturale dalle proprietà terapeutiche è apprezzata per curare il raffreddore in quanto favorisce la fuoriuscita di muco ed elimina le infiammazioni delle mucose.

L’azione dell’acqua termale aiuta a decongestionare velocemente il naso e le vie respiratorie. Inoltre, contrasta determinati microrganismi responsabili soprattutto dei fastidi cronici. Nel dettaglio l’acqua termale solforata tende a indebolire i miceti che causano la formazione del muco. Per effettuare un trattamento con acqua termale non è necessario recarsi in un centro termale, in quanto può essere applicata direttamente a casa, tranne in determinati casi di particolare impiego medico.

Lavaggi Nasali

Per contrastare il raffreddore è possibile ricorrere ai lavaggi nasali usando acqua salata. In particolar modo l’acqua salata elimina i virus, per di più funge da vero e proprio disinfettante naturale e contemporaneamente inumidisce le mucose. Questo rimedio aiuta a respirare meglio ottenendo velocemente dei benefici. Ricorrendo a lavaggi nasali frequenti vi è la possibilità di prevenire il raffreddore in qualsiasi periodo dell’anno.

Omeopatia per Alleviare il Raffreddore

Il raffreddore è la prima reazione del sistema immunitario in caso di un attacco batterico o virale. In linea generale colpisce in particolar modo naso, polmoni e gola e in determinati casi può trasformarsi in polmonite o bronchite in caso di peggioramento. I rimedi omeopatici per trattare il raffreddore generalmente restituiscono risultati piuttosto velocemente.

La medicina omeopatica è conosciuta e usata da secoli, ed impiega sempre elementi naturali che provengono dal mondo vegetale, animale e minerale. Per diversi anni è stata studiata da numerosi esperti ed è stata riconosciuta come sicura e controllata, difatti ogni singolo articolo è stato attestato, in quanto generalmente non causa effetti collaterali e non presenta particolari controindicazioni. In linea generale, la cura deve essere utilizzata a stomaco vuoto distante dai pasti, specialmente da caffè, alimenti piccanti e alcool.

Il trattamento omeopatico offre ottimi risultati per curare le malattie invernali tra cui il raffreddore. Per ottenere gli esiti desiderati è necessario cominciarlo a tempo opportuno, per di più occorre scegliere la cura giusta tenendo in considerazione i sintomi percepiti. Affidandosi alle cure di un medico omeopata si ha la possibilità di affrontare il raffreddore con assoluta tranquillità, in quanto grazie alla prevenzione e avendo seguito i procedimenti corretti e nei giusti tempi si potrà contrastare questo malessere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.