Raffreddore Omeopatia

Curare il Raffreddore con l’Omeopatia: Cause e Rimedi Naturali

Con il freddo è facile andare incontro ai malanni di stagione, e affrontare le proprie giornate con i malesseri tipici di raffreddore e influenza, come tosse, febbre e mal di gola, può essere davvero difficile e impedirci di svolgere le nostre attività quotidiane. Ma chi ci dice che, per trattare questi sintomi, non è possibile ricorrere alla medicina omeopatica? Vediamo quindi come curare il raffreddore con l’omeopatia.

ATTENZIONE: prima di assumere qualsiasi prodotto, anche omeopatico, chiedere un consulto al proprio medico e leggere attentamente il foglietto illustrativo, assicurandosi che non ci siano controindicazioni e che non interferisca con altre cure o farmaci che si stanno assumendo.

Raffreddore: Cause e Sintomi

Curare il raffreddore con rimedi naturali è generalmente possibile, basta scegliere i prodotti giusti per dire addio ai fastidi tipici dei malanni di stagione.

Il raffreddore, in particolare, è un disturbo che colpisce soprattutto le vie respiratorie (naso, gola e trachea), e si manifesta con tosse, mal di testa e gola, naso che cola e dolori muscolari (in alcuni casi può essere presente anche febbre bassa).

Prima di vedere quali rimedi omeopatici possono aiutare a guarire dal raffreddore, e in quali casi la medicina alternativa può rappresentare un valido aiuto, cerchiamo di capire come prevenire i malanni di stagione, tenendo conto che l’alimentazione, se seguita nel rispetto di alcuni suggerimenti utili, può davvero giocare un ruolo fondamentale nella prevenzione di malesseri stagionali, soprattutto se affiancata ai giusti rimedi omeopatici. 

I Migliori Cibi da Affiancare ai Rimedi Omeopatici

Per prevenire il raffreddore e proteggere il corpo dai sintomi tipici della stagione invernale è consigliabile affiancare all’uso dei rimedi omeopatici una buona alimentazione, ricca di vitamine, sali minerali, frutta e verdura. È consigliabile evitare gli alcolici e assumere preferibilmente pasti e bevande calde: va detto infatti che i prodotti a base di alcool agevolano maggiormente la dispersione di calore prodotto dal corpo.

Per evitare di prendere il raffreddore o l’influenza è inoltre importante prestare attenzione alle regole igieniche: dopo aver toccato superfici estranee con le mani è necessario lavarle subito con acqua e sapone, evitando di portarle a contatto con le mucose, e quindi con occhi, naso e bocca. Per evitare di raffreddarsi è infine importante fare attenzione agli sbalzi di temperatura, cercando di mantenere il calore interno dell’abitazione intorno ai 18-20° C. Ma vediamo adesso come può aiutare l’omeopatia contro il raffreddore.

Raffreddore Omeopatia
Curare il raffreddore con l’omeopatia

Omeopatia e Raffreddore

Ricorrere alla medicina alternativa, e in particolare all’omeopatia, è senza dubbio una valida opportunità terapeutica contro i malesseri stagionali. I rimedi omeopatici infatti, caratterizzati dalla presenza di sostanze attive sapientemente diluiti, generalmente non danno luogo a controindicazioni o effetti collaterali correlati alle quantità assunte, e possono essere presi anche insieme ad altre terapie.

Ciò naturalmente non significa che se ne possa abusare o, parimenti, assumerli senza seguire le indicazioni degli specialisti in medicina omeopatica.

I rimedi omeopatici hanno inoltre un altro vantaggio importante: possono essere assunti anche dai bambini, anziani, donne in stato interessante e durante l’allattamento, anche se in tutti questi casi è comunque necessario seguire le indicazioni terapeutiche del medico.

Per curare il raffreddore con i rimedi omeopatici è importante rivolgersi ai professionisti della salute: medici e farmacisti, che sapranno orientarti nella scelta dei medicinali omeopatici più adeguati alle tue esigenze, indicandoti anche le corrette modalità di assunzione. Ma vediamo adesso quali sono i migliori rimedi omeopatici migliori contro il raffreddore.

I Migliori Rimedi Omeopatici per il Raffreddore

La medicina omeopatica è in grado di aiutare ad ottenere risultati efficaci contro i sintomi tipici del raffreddore, contrastando in breve tempo il fastidioso bruciore alla gola, la tosse secca, gli starnuti e il senso di malessere generale. Per ottenere risultati ottimali dalle cure omeopatiche è però necessario iniziare subito un trattamento mirato, in base ai sintomi presenti.

Un valido aiuto contro i malesseri di stagione è innanzitutto il vaccino omeopatico e con Ribes Nigrum e Rosa Canina Maceratoglicerico 1DH, capace di prevenire i fastidi tipici del raffreddamento e, qualora si presentassero, renderli estremamente lievi. Si tratta di prodotti capaci di stimolare il sistema immunitario e, grazie alla presenza di vitamina C, fungere da antinfiammatori naturali, garantendo un decorso rapido dello stato di raffreddamento.

Come Curare il Raffreddore in Fase Acuta

In base ai sintomi tipici del raffreddore possono essere usati i seguenti rimedi omeopatici.

Aconitum Napellus

L’Aconitum Napellus è particolarmente adatto nel caso in cui lo stato di raffreddamento si è manifestato dopo un colpo di freddo secco, con brividi, naso secco e starnuti

Dulcamara

Da assumere nel caso in cui il fattore scatenante è imputabile al freddo umido.

Belladonna

La Belladonna è un rimedio da prendere quando i segni della congestione nasale e della gola sono piuttosto importanti (se si tratta di un bambino è molto efficace, soprattutto quando questi sintomi si uniscono alla febbre).

Allium Cepa

È ottimo in caso di secrezioni nasali acquose, copiose e irritanti, talmente forti che labbra e naso bruciano, con la tendenza ad aumentare se si entra in ambienti caldi.

Euphrasia

L’Euphrasia è adatta nel caso in cui il raffreddore provochi secrezioni oculari molto brucianti.

Chamomilla

La Chamomilla è adatta nel caso in cui al raffreddore interessi il bambino e si accompagni alla dentizione. In questo stato di raffreddamento il naso si presenta ostruito, le secrezioni sono molto abbondanti e acquose, il bambino è molto agitato e può presentare la pelle delle guance arrossate (anche soltanto una).

Nux Vomica

Si tratta di un rimedio efficace nel caso in cui il raffreddore presenti sintomi come starnuti frequenti durante il giorno, mal di gola e ostruzione nasale, con secrezioni molto liquide e brucianti durante il giorno, ma con narici chiuse e prive di secrezioni durante la notte.

Altri Rimedi Specifici

In seguito alla fase acuta potrebbe infine risultare utile l’assunzione di Mercurius (adatto nel caso in cui le secrezioni irritino le ali del naso e il labbro superiore, con salivazione molto abbondante e alito cattivo), di Pulsatilla (nel caso in cui le secrezioni siano gialli o verdi con perdita del senso del gusto), e di Kali Bichromicum, molto indicato nel caso in cui i bambini raffreddati presentino un muco color giallo-verdastro.

Qual è la Posologia da Rispettare?

Le dosi del rimedio omeopatico consigliato dallo specialista devono essere ripetute con frequenza. Si consiglia vivamente di attenersi alle indicazioni del medico, senza mai eccedere con le quantità.

Rimedi Omeopatici per il Raffreddore: Funzionano?

Affinchè i rimedi omeopatici funzionino, è necessario seguire alcuni accorgimenti utili, ricordando in primis che il fumo di sigaretta, e tutti gli altri inquinanti che possono agevolare lo sviluppo del catarro, devono essere ridotti il più possibile. È inoltre importante bere molto e assumere tisane calde, con l’aggiunta di spremute di frutta con vitamina C.

ATTENZIONE: prima di assumere qualsiasi prodotto, anche omeopatico, chiedere un consulto al proprio medico e leggere attentamente il foglietto illustrativo, assicurandosi che non ci siano controindicazioni e che non interferisca con altre cure o farmaci che si stanno assumendo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.